Stop all’assistenza di malati e disabili, a San Giuseppe spunta l’onlus dell’ex sindaco


106

Stop all’assistenza disabili ed ammalati gravi a San Giuseppe Vesuviano. Un problema noto e grave a cui ora sta cercando di porre rimedio anche l’ex sindaco e medico, Antonio Agostino Ambrosio, a capo di fatto di un’associazione che sarà pronta ad intervenire nelle case dei pazienti messo peggio e che a seguito delle gravi difficoltà dell’Ambito 26 rischiano di restare senza angeli custodi.



Partirà infatti a breve “Cure Express”, la solidarietà a domicilio sul territorio di San Giuseppe Vesuviano. «Andremo, a richiesta, nelle case degli ammalati, degli anziani e di chiunque altro ha bisogno di noi – spiega Ambrosio – i volontari che vogliono collaborare con l’associazione “Il Cactus” possono contattarci ed entrare a fare parte della nostra squadra». Un’iniziativa che cade a pennello in un periodo dove chi ha bisogno è in serio pericolo di restare privo di un’adeguata assistenza. È di appena tre giorni fa, infatti, l’ennesimo stop al servizio delle Politiche Sociali che ha visto scadere la nuova proroga il 30 settembre. Ed in questo momento nei comuni del comprensorio, di cui San Giuseppe Vesuviano è capofila, l’assistenza va avanti a singhiozzo.

Stessi problemi nelle altre località dell’Ambito (Ottaviano, Terzigno, Palma Campania, Poggiomarino, San Gennaro Vesuviano e Striano) che singolarmente stanno cercando di trovare soluzioni alternative in attesa che si sblocchi qualcosa dal punto di vista dei fondi regionali. Tra gli operatori socio-assistenziali ci sono infatti professionisti che non vengono pagati da quasi due anni, mentre dalla Regione non sono ancora arrivati i fondi promessi per risolvere per qualche anno il problema.

Al momento l’assistenza di disabili e malati gravi resta a discrezione dei singoli operatori che valutano quotidianamente se portare avanti l’opera: al momento vero e proprio volontariato per il bene della collettività.

trasporto disabili

Vuoi restare sempre aggiornato sulle notizie della tua città? Iscriviti al nostro servizio Whatsapp CLICCA QUI PER SCOPRIRE COME FARE


SHARE