Le polemiche sulla gestione del cimitero e l’ultimo raid all’interno del luogo di silenzio hanno portato alla decisione di sospendere il contratto con la società Mirca sas che da maggio 2013 gestisce i servizi a Pompei.

La decisione è del sindaco Nando Uliano che in conferenza stampa ha tuonato contro l’azienda di Sant’Antonio Abate: « I fatti che sono accaduti al cimitero sono gravi e riprovevoli – ha detto – ho il dovere in qualità di primo cittadino di chiedere scusa ai cittadini per ciò che è accaduto in un luogo comunale e, per di più, in un luogo di sacra valenza».

L’obiettivo, dunque, è di mandare via la ditta contro cui sin dal primo momento sono nate polemiche e proteste da parte dei cittadini.

cimitero pompei