Una “K”, come il suo nome di battesimo, poi sarebbe seguita anche l’iniziale del cognome. Ma prima, per fortuna, l’uomo è stato fermato dai carabinieri del posto fisso all’interno degli Scavi Pompei. Ecco l’immagine del danneggiamento dell’intonaco rosso pompeiano all’interno del sito archeologico.

Il turista autore del raid, un 47enne proveniente dalle Isole Fiji, è stato denunciato a piede libero dopo essere stato braccato dalle forze dell’ordine presenti all’interno degli Scavi.

scavi danneggiati