Sono ad una svolta le indagini sull’incendio che ha parzialmente distrutto la concessionaria “AutoPiù” in via Fontanelle. Nei pressi del cortile dell’attività commerciale di Poggiomarino data alle fiamme, infatti, è stato rinvenuto un telefono cellulare bruciato. Secondo i carabinieri della stazione locale si tratterebbe dello smartphone di uno degli autori del raid.

Il dispositivo elettronico è di proprietà di un uomo di Pagani, nel Salernitano, già noto alle forze dell’ordine. Al momento la persona individuata è stata iscritta nel registro degli indagati dopo essere stato a lungo interrogato dai militari dell’Arma. Insieme a lui ci sono altre persone finite nel mirino degli investigatori e che avrebbero fatto parte della banda che ha incendiato l’attività commerciale.

Non è ancora chiaro il movente dell’agguato doloso, così come neppure la sostanza utilizzata per avviare il rogo, anche se secondo i rilievi dei vigili del fuoco è probabile che siano state usate alcune taniche di benzina.

incendio autopiù