Rischio Vesuvio, l’assessore: «Soldi ai Comuni, ora i sindaci non hanno più scuse»

67

«Abbiamo finanziato i piani di emergenza per 460 comuni con 15 milioni di euro. Ora i sindaci non hanno più scuse, devono farli». Lo ha detto l’assessore alla Protezione Civile della Regione Campania, Edoardo Cosenza in merito ai piani di emergenza sul rischio vulcanico in Campania.



«Capisco che i sindaci – ha spiegato Cosenza – abbiano difficoltà giorno per giorno da affrontare, ma grazie al finanziamento dei piani di emergenza, il cui decreto è stato firmato ieri, 460 comuni della Campania sono ora in condizione di provvedere ai piani di protezione civile». In tutto i Comuni riceveranno un finanziamento per 15 milioni di euro. I centri più piccoli avranno 15.000 euro e via a crescere fino a Napoli, che ne avrà 200.000. Con questi fondi europei, ha ribadito Cosenza «le amministrazioni comunali non hanno più scuse. Ma devono fare piani semplici, a misura di cittadino, che verranno poi controllati dalla Regione. E devono farlo entro fine 2015, perché sono fondi europei. Qualcuno ce l’ha già ma è antiquato».

Cosenza ha, poi, aggiunto che ci sono venti comuni che non hanno neanche chiesto il finanziamento alla Regione per i piani di emergenza. Tra questi figurano, ha detto, «Comuni commissariati come Casal di Principe, Castel Volturno e Casapesenna a cui daremo direttamente il finanziamento, perché non è detto che chi vive in un comune commissariato non debba avere un piano di emergenza».

vesuvio

Vuoi restare sempre aggiornato sulle notizie della tua città? Iscriviti al nostro servizio Whatsapp CLICCA QUI PER SCOPRIRE COME FARE