Regi Lagni, troppi costi: il sindaco di Nola non firma il protocollo


92

No al protocollo d’intesa per la pulizia dei Regi Lagni: è il sindaco di Nola, Geremia Biancardi, insieme ad altri colleghi delle città limitrofe, infatti, a rimandare l’accordo. Il motivo è semplice: il trasporto e lo smaltimento dei rifiuti presenti nei canali e nelle cava sarebbe infatti un costo da sostenere per i Comuni.



Un particolare che non va giù, dunque, alle fasce tricolori, che nonostante i tanti soldi stanziati per le bonifiche sarebbero costretti a mettere mano al bilancio delle Amministrazioni. Il protocollo prevede la pulizia degli alvei e degli affluenti Gaudo, Avella, Quindici e Somma da parte degli operai di “Campania Ambiente”.

«Purtroppo si tratta soltanto di un palliativo che non serve a risolvere l’atavico problema dei Regi Lagni che, va detto, sono demaniali e quindi non di nostra proprietà», ha detto il sindaco di Nola, Geremia Biancardi.

regi lagni

 

Vuoi restare sempre aggiornato sulle notizie della tua città? Iscriviti al nostro servizio Whatsapp CLICCA QUI PER SCOPRIRE COME FARE