L’assessore De Simone: strutture sportive, scuole e rischio Vesuvio. Ecco il futuro di Terzigno


148

Progetti, idee e futuro. Sono quelli dell’assessore ai Lavori pubblici del Comune di Terzigno, Giuseppe De Simone. «Un cittadino amante prima della sua terra e del suo territorio e poi amministratore comunale». Ha ereditato un assessorato importante, sta dando anima e corpo per compiere al meglio il proprio lavoro. Si racconta in un’intervista rilasciata al nostro giornale per spiegare nei dettagli alcuni passaggi importanti del suo operato.



S’inizia dal palazzetto dello sport nella località Boccia al Mauro, opera fortemente voluta dall’amministrazione Auricchio grazie al finanziamento di circa un milione di euro ottenuto dal ministero dell’Interno, aderente al Progetto “Io gioco legale”. La realizzazione dell’impianto polifunzionale dovrebbe essere inaugurata per la fine di gennaio 2015. «Questa struttura rientra nel progetto di crescita elaborato all’inizio del mandato bis dall’amministrazione Auricchio e portato avanti dall’attuale sindaco facente funzioni Stefano Pagano», dice De Simone. La questione diventa delicata per il Borgo Sant’Antonio, opera programmata dall’amministrazione De Falco e portata avanti dalla successiva amministrazione Avino. Su quest’opera c’è un sospeso con la ditta appaltatrice per una differenza di costi sostenuti. L’attuale amministrazione ha fatto una proposta alla ditta per estinguere il debito residuo se sarà accettata bene, altrimenti avanti con le carte bollate. «Sulla questione, continua l’assessore, hanno voluto infangare non soltanto il sottoscritto ma l’intera amministrazione comunale, ha infangato anche il lavoro dei professionisti dell’ufficio tecnico, si è cercato di alzare un polverone additando il favoreggiamento di una ditta a discapito di altre soltanto per destabilizzare il lavoro dell’Amministrazione».

«Rilevo che il nostro lavoro è alla luce del sole e invitiamo i nostri denigratori a informarsi prima di lanciare accuse infondate. Per quanto concerne la pavimentazione e non dei lavori su corso Leonardo da Vinci – insiste – è monitorata costantemente dai tecnici preposti che sono quotidianamente sul cantiere di lavoro. Capitolo a parte è per le scuole. Dopo il finanziamento ottenuto dal Miur, partiranno i lavori di messa in sicurezza del plesso Miranda e quelli per il plesso Bifulco». Soprattutto quest’ultimo istituto scolastico è il prossimo obiettivo dell’assessore. È lì che si formano i cittadini del domani, e l’intento dell’amministrazione è di dare a questi bambini un luogo sano e sicuro. Un obiettivo a cuore dell’assessore De Simone è il famigerato campo sportivo. Questo sarà un altro impegno che si assume e prima della fine dell’anno si potrebbe già vedere un raggio di sole in un argomento che è finito nel baratro più profondo. Alla fine l’assessore lancia delle novità su cui è la lavoto il suo assessorato. Partirà fra breve un bando di concorso per la messa in sicurezza di via Carlo Alberto come via di fuga in un discorso “Rischio Vesuvio”. Infine qualche parola per il senatore, Domenico Auricchio: «In quaranta anni di attività politica, da assessore prima e da sindaco poi è sempre stato al servizio dei cittadini. Auricchio – termina l’assessore – mi ha insegnato e trasmesso sani valori umani».

comune-terzigno

Vuoi restare sempre aggiornato sulle notizie della tua città? Iscriviti al nostro servizio Whatsapp CLICCA QUI PER SCOPRIRE COME FARE