Una turista portoghese in visita negli scavi archeologici di Pompei, è stata sorpresa dai custodi mentre con una pietra lavica appuntita stava incidendo la parola “Portugal” su un marmo del “Macellum” presso il regio VII, insula 9, civico 8,

Un nuovo scempio, dunque, contro l’edificio che veniva usato come mercato del pesce e della carne nell’antica Pompei. L’episodio è stato segnalato ai carabinieri che hanno denunciato la donna, 26 anni, per danneggiamento aggravato.

carabinieri scavi