Festa patronale a Casilli, in migliaia per l’ultima serata


237

È stata archiviata nel migliore dei modi la festa in onore di San Francesco d’Assisi ai Casilli, popoloso quartiere periferico di San Giuseppe Vesuviano. Un successo oltre le rosee previsioni al termine di tre giorni davvero indimenticabili: dal punto di vista religioso è stata portata per alcune strade principali, la statua del Santo, addobbata in modo splendido con drappi e palloncini gialli e bianchi, un colpo d’occhio davvero eccezionale, tanto da stupire lo stesso parroco don Fiore Cutolo.



Per quanto concerne il programma civile, specialmente l’ultima sera, una chiusura davvero col botto, prima con la performance dell’ottimo Luca Sepe, davvero pregevoli le sue interpretazioni, poi, con Nico e i suoi desideri, un’autentica ovazione, lo hanno accolto in particolar modo le teenager, che lo hanno accompagnato in coro in tutte le sue canzoni, nonostante l’ora tarda. Un fiume di persone, in particolare i giovanissimi, ha assistito fino all’ultimo ad ascoltare i ritmi della sua musica “di protesta”, dove i ragazzi si sentono trascinati con il rap portato alla ribalta ultimamente sia da Rocco Hunt che da Clementino, una forma di protesta dunque che piace molto alle giovanissime che attraverso questa musica sentono scaricare la loro tensione emotiva e le loro preoccupazioni. Tanti flash, tanti applausi, dunque, per Nico e i suoi desideri, dove nella loro piena maturità stanno dando il meglio di loro stessi, tanto che non a caso sono i più gettonati non solo in Campania, ma anche oltre

La loro musica dirompente e la loro simpatia hanno fatto si che fossero amati da tantissime ragazze che spesso compiono davvero grossi sacrifici per ascoltare la loro musica, ballare insieme a loro, condividere con loro la gioia di stare insieme, vivere momenti di spensieratezza, vivere ancora quel mondo dei sogni. Unico neo della serata, da registrare la non disponibilità di Nico e i suoi desideri, a farsi fotografare, neppure dal comitato festa, questo , una mancanza di stile, che, naturalmente ha lasciato un po’ l’amaro in bocca a tutti i presenti. Quasi al termine della serata, è intervenuto il sindaco di San Giuseppe Vesuviano, Vincenzo Catapano, che ha espresso parole di elogio al Comitato festa, di cui il presidente è Francesco Prisco, per l’ottima riuscita della festa, ed ha concluso dicendo: «Un buon paese si fa notare dalla perfetta raccolta differenziata». Un avviso, dunque, ai propri concittadini ad invogliargli sempre all’osservanza e al rispetto dell’ambiente.

festa casilli

Vuoi restare sempre aggiornato sulle notizie della tua città? Iscriviti al nostro servizio Whatsapp CLICCA QUI PER SCOPRIRE COME FARE


SHARE