Domenica speciale con le visite gratuite all’Antiquarium di Boscoreale


131

Ha conseguito grande successo l’evento “Domenica all’Antiquarium”, un’iniziativa specifica rivolta alle famiglie che abitano nell’area antistante all’Antiquarium nazionale “Uomo e ambiente nel territorio vesuviano” di Villa Regina.



L’evento, voluto dal Comune in concomitanza dell’iniziativa promossa dal ministro per i Beni culturali e ambientali, che prevede ogni prima domenica l’accesso gratuito a monumenti, musei, gallerie, scavi archeologici, parchi e giardini monumentali dello Stato, aveva tra le finalità far conoscere agli abitanti del quartiere la storia dello scavo della Villa rustica che fu scoperta durante i lavori di costruzione dell’insediamento, e il valore della raccolta contenuta nell’Antiquarium, unico nel suo genere. Il sindaco Giuseppe Balzano, con una lettera aperta, aveva personalmente invitato i cittadini di quel quartiere a intervenire all’appuntamento, anche per un confronto su ciò che sarà il prossimo futuro dell’area archeologica boschese, entrata nell’area di gestione dell’Unesco per la tutela e la valorizzazione del patrimonio archeologico vesuviano insieme a Pompei, Ercolano, Oplonti e Stabia, il cui sviluppo è legato anche a un miglior decoro dei luoghi che devono rappresentare il biglietto da visita per le migliaia di turisti che ogni anno visitano il Museo Antiquarium.

I visitatori, accolti dai volontari delle associazioni culturali di Boscoreale che, d’intesa con il Comune, hanno “adottato” il sito archeologico, sono stati guidati nell’affascinante visita con racconti e letture, che hanno ripercorso la storia del ritrovamento della Villa rustica e il valore dell’Antiquarium. Il confronto tra gli amministratori, sindaco Giuseppe Balzano e assessore ai beni archeologici e culturali Paolo Persico, e gli abitanti del quartiere, alla presenza anche della direttrice dell’Antiquarium, Annamaria Sodo, è stato molto produttivo giacché è servito da un lato a sensibilizzare i cittadini sulla grande opportunità di sviluppo dell’area archeologica che il Comune sta perseguendo, e dall’altro a porre all’attenzione una serie di criticità, specie connesse con la pulizia e la cura del verde. Criticità quest’ultime che gli amministratori si sono impegnati a risolvere, non mancando, però, di sollecitare gli abitanti del quartiere a rispettare le regole della raccolta e della differenziazione dei rifiuti, che in quell’area fa riscontrare ancora percentuali basse.

La mattinata si è poi conclusa con un’azione di cittadinanza attiva che ha visto impegnati i volontari delle associazioni, ma anche diversi cittadini e qualche amministratore comunale, a pulire gli spazi prospicienti all’Antiquarium. «Ringraziamo – ha commentato Paolo Persico, assessore ai Beni archeologici e culturali – la direzione e dipendenti dell’Antiquarium, le associazioni ArtLive, Il Melograno, La Fenice Vulcanica, La Scodella, Pro Loco “La Ginestra” e Silva Regia, che hanno contribuito alla diffusione dell’evento e all’animazione della giornata, la comunità parrocchiale di Maria Santissima Liberatrice dai Flagelli, e la docente Lucia Oliva che ha preparato un breve racconto sulla storia dello scavo in relazione alla nascita del quartiere. Adesso – ha concluso Paolo Persico – daremo continuità alle iniziative per sostenere lo sviluppo dell’area».

antiquarium

Vuoi restare sempre aggiornato sulle notizie della tua città? Iscriviti al nostro servizio Whatsapp CLICCA QUI PER SCOPRIRE COME FARE


SHARE