Consiglio a Sant’Anastasia, volano schiaffi tra i familiari dei consiglieri


126

Volano pesanti insulti nell’aula consiliare di Palazzo Siano, mentre si discute del Bilancio preventivo e del Piano triennale delle opere pubbliche. Il consigliere comunale di maggioranza, Alfonso Di Fraia, sta tenendo il suo discorso, quando viene interrotto da un uomo presente nel pubblico. Si tratta di Beniamino Maione, iscritto al Pd e cugino del consigliere democratico Antonio De Simone, sconfitto al ballottaggio dal sindaco Lello Abete nella scorsa primavera.



Il dibattito si arresta, pesanti invettive raggiungono il banco di Di Fraia, tanto che il presidente del Consiglio, Mario Gifuni, invita Maione a lasciare l’aula. Poi, dalle parole si arriva alle mani. Infatti, secondo alcuni testimoni in seguito sarebbe avvenuta una violenta colluttazione fra lo stesso Maione e il padre di Di Fraia. Questi, intanto, annuncia che valuterà eventuali azioni legali, essendo stato insultato pesantemente come «pubblico ufficiale nel pieno esercizio delle sue funzioni». Il consiglio va comunque avanti, e la maggioranza incassa l’approvazione del Bilancio con i voti contrari di tutta l’opposizione e l’astensione di Carmine Capuano del Psi. Il Piano triennale delle opere pubbliche raccoglie una maggioranza più ampia, in virtù dei voti favorevoli dello stesso Capuano e del consigliere di Fi, Annarita De Simone. Un emendamento del capogruppo del Pd, Raffaele Coccia, che prevedeva la riqualificazione del Rione Capodivilla, viene bocciato a colpi di maggioranza.

Il sindaco Lello Abete affida alla sua pagina Facebook il commento sull’assise: «Ieri, dopo un Consiglio Comunale durato diverse ore, con 10 voti a favore, abbiamo approvato il primo programma economico-finanziario della mia sindacatura e, contestualmente, anche il Piano Triennale delle Opere Pubbliche. Devo dire un’emozione, ma anche e soprattutto una grossa presa di responsabilità nei confronti dei cittadini della mia (nostra) Comunità. Due provvedimenti di importanza fondamentale per il nostro territorio, ed in particolare il Bilancio (per la sua stessa natura), costruito per dare maggiore dignità in particolar modo alle fasce più deboli, colpite da questa crisi economica mondiale e attento alle esigenze di tutti gli attori sociali attivi sul nostro territorio».

comune sant'anastasia

Vuoi restare sempre aggiornato sulle notizie della tua città? Iscriviti al nostro servizio Whatsapp CLICCA QUI PER SCOPRIRE COME FARE


SHARE