Brosio a San Giuseppe, la sua raccolta fondi fa riaprire il panificio del suicida De Falco


185

«Paolo, voglio dirti che lunedì riapriamo». A parlare è Lucia, vedova di Eduardo De Falco, il commerciante 43enne di Pomigliano d’Arco che nel febbraio scorso si tolse la vita dopo aver ricevuto una multa di 2mila euro dall’Ispettorato del Lavoro.



Si è aperta con questa piacevole sorpresa la tappa sangiuseppese de “Ilteatrolibro”, lo spettacolo di Paolo Brosio su fede cristiana, apparizioni mariane e guarigioni miracolose. La vedova De Falco è intervenuta sul palco e ha ringraziato il giornalista, fattosi promotore di una catena di solidarietà a favore della propria famiglia. Con quei soldi potrà finalmente riaprire l’attività del marito. Sono passati nove mesi dal tragico giorno di febbraio in cui Eduardo si tolse la vita. Aveva ricevuto la multa proprio per la presenza della moglie, priva di regolare contratto, nella pizzeria a taglio di cui era titolare a Casalnuovo. Doveva trovare subito i soldi necessari a pagare la contravvenzione, altrimenti l’importo sarebbe aumentato.

Ma Eduardo non li aveva quei soldi, e non trovò nessuna soluzione se non quella di farla finita, inalando il gas di scarico della propria auto. Lasciò da soli Lucia ed i loro tre figli che oggi, grazie all’aiuto di Brosio e tante altre persone, ritrovano un po’ di speranza dopo la tragedia che ha colpito la loro famiglia.

brosio de falco

Vuoi restare sempre aggiornato sulle notizie della tua città? Iscriviti al nostro servizio Whatsapp CLICCA QUI PER SCOPRIRE COME FARE