Grande affluenza di pubblico venerdì a Pompei per l’appuntamento di “Vesuviando – arte e cultura all’ombra del Vesuvio” con Enzo Avitabile, che ha stregato l’intera piazza Bartolo Longo, stracolma per l’occasione, con la musica dei suoi Bottari.

Avitabile ha portato in scena un concerto intenso, che ha coinvolto sin dalle prime battute il gran pubblico, che ha cantato e ballato al ritmo scandito dalle botti e dal sax del maestro napoletano. Un concerto che Avitabile ha voluto fosse marcatamente religioso, vista la forte fede che traccia il suo percorso umano ed artistico: «L’evento di questa sera oserei dire che sia speciale, anzi specialissimo: un evento che concilia religione, storia e cultura, qui all’ombra del Santuario. Questo progetto, secondo me, è un qualcosa di straordinario – continua Avitabile – un progetto che rinnova la tradizione all’ombra della civiltà urbana, muovendosi attraverso le ricchezze che solo la nostra terra può offrire».

Vesuviando – Arte e Cultura all’ombra del Vesuvio farà tappa la settimana prossima ad Ottaviano, in piazza San Gennarello, ospitando un altro grande personaggio della musica italiana come Michele Zarrillo.

avitabile