Ci siamo. Ormai mancano pochi giorni all’inizio di una delle manifestazioni culturali più importanti e sentite nel panorama delle tradizioni strianesi. Stiamo parlando della “Sagra del Pomodoro San Marzano dop” giunta quest’anno alla sua tredicesima edizione.

La kermesse culinaria-gastronomica avrà luogo presso i giardini pubblici di via Risorgimento nei giorni 12, 13, 14 settembre. L’evento è stato organizzato dalla Pro Loco di Striano con il patrocinio del Comune, dell’Unpli, della Regione Campania e avrà come partners ufficiali il Birrificio Maneba, Slow Food e il pastificio artigianale Le Gemme del Vesuvio. La manifestazione culinaria è incentrata su piatti tipici a base di pomodoro San Marzano serviti in stoviglie biodegradabili. Dunque un binomio di tradizione gastronomica e rispetto per l’ambiente. Il succulento menù della sagra prevede spaghetti alla puttanesca, pennette alla siciliana, la celebre “caprese” con mozzarella e pomodori dop, parmigiana di melanzane e pizza fritta, e fará da cornice all’esibizione di musicisti, alla presentazione di libri e alla preparazione delle pietanze sotto gli occhi dei visitatori, anche quest’anno attesi in migliaia.

Un contributo prezioso all’organizzazione dell’evento è stato dato dal Forum dei Giovani di Striano e da Legambiente. La novità di questa edizione sarà la degustazione delle specialità anche domenica a pranzo. Ulteriori informazioni sul programma della sagra sono reperibili all’indirizzo www.prolocostriano.it.

pomodoro