Incredibile quanto vergognosa scoperta nel parco pubblico Giovanni Paolo II di Pomigliano D’Arco: qualcuno aveva infatti piazzato una dozzina di trappole per catturare le tartarughe e poi rivenderle sul mercato nero degli animali.

A riportare la notizia è il quotidiano “Roma” che ha appreso la notizia del blitz operato dalla polizia municipale. Gli agenti sono intervenuti subito dopo una segnalazione da parte di alcuni cittadino che avevano visto una delle tartarughe infilzate da un amo. Dapprima i vigili hanno liberato l’animale portandolo in un laboratorio veterinario cittadino, poi si sono messi al lavoro e durante l’ispezione hanno trovato altre trappole.

È caccia adesso al “bracconiere”: in tal senso la polizia municipale sta osservando i filmati delle telecamere di videosorveglianza per provare ad identificare l’uomo. Nei prossimi giorni il laghetto di acqua dolce sarà bonificato.

tartaruga