Uno studente australiano minorenne ha preso a calci un muro non affrescato della domus Ara maxima negli scavi di Pompei. I carabinieri sono intervenuti su segnalazione del personale della società di vigilanza.

Il fatto è accaduto in via del Vesuvio (Regio VI – insula 16 – civico numero 15). I militari dell’Arma hanno bloccato e identificato il turista australiano 17enne. Un sopralluogo con personale della soprintendenza ha rilevato che non sono stati rilevati danni a beni archeologici.

Il minorenne è stato affidato a uno dei professori che lo stavano accompagnando in visita guidata organizzata da una scuola di Perth.

carabinieri scavi