Sono arrivati e stanno ancora arrivando rinforzi dei vigili del fuoco per provare a sconfiggere l’inferno che è esploso oggi pomeriggio, intorno alle 15, in una fabbrica tessile di Nola, nella zona industriale di Boscofangone.

I pompieri sono infatti al lavoro da oltre sei ore ma non riescono a circoscrivere l’incendio e a domare le fiamme che si stanno levando altissime, alimentate dai tessuti infiammabili, dai solventi e dalle materie prime che si trovano all’interno del capannone in cui è scoppiato il rogo.

E le preoccupazioni di abitanti ed ambientalisti diventano adesso terrore: la nube di fumo continua ad espandersi, ed inoltre si alza ancora più in alto portando con sé l’odore acre del “veleno”.

nola disastro