«Non abbiamo perso alcun finanziamento relativo ai progetti di Protezione Civile, Del Giudice dice bugie e lancia accuse diffamatorie e che mettono inutilmente in allarme la città». È rabbioso il sindaco, Aristide Rendina che replica al suo predecessore, Antonio Del Giudice, che l’aveva accusato della perdita di 37.500 euro di fondi destinati alla Protezione Civile per non avere inviato la documentazione in Regione.

Il primo cittadino ha invece tirato fuori le carte, dimostrando che il plico è partito via Pec (Posta elettronica certificata) tra il 3 ed il 5 settembre di quest’anno e che dunque Striano riceverà regolarmente quanto ottenuto. «Deve capire che non è più il sindaco, che la gente di Striano non lo ha voluto a guidare la città», dice ancora Rendina.

Una querelle, chissà, forse destinata a continuare: dal palazzo comunale c’è infatti chi minaccia denunce per accuse considerate infondate. Dopo la multa al vicesindaco, insomma, è il secondo pesante indizio: la “guerra” tra maggioranza ed opposizione è diventata senza esclusione di colpi.

LEGGI QUI I DOCUMENTI INVIATI DA STRIANO

replica rendina