«Possono ripetere le violenze sui bambini», le tre maestre di Palma restano ai domiciliari


162

Restano agli arresti domiciliari le tre maestre palmesi finite in manette con l’accusa di maltrattamenti ai bambini dell’asilo dell’istituto comprensivo “Vincenzo Russo”. Il Gip del Tribunale di Nola, Paola Borrelli, ha infatti respinto l’istanza di revoca del provvedimento avanzata dagli avvocati difensori delle insegnanti avvenuta subito dopo gli interrogatori della scorsa settimana.



Secondo il giudice, infatti, c’è il rischio di reiterazione del reato e cioè che le donne possano ripetere le violenze contro i bambini che vengono contestate in seguito ai 66 video penalmente rilevanti registrati all’interno dell’aula del plesso di Pozzoromolo. Dunque, niente libertà per Carmela Graziano, 59 anni, Giovanni Donnarumma di 40 e per la 38enne, Rosa Ambrosio, ormai da due settimane costrette a casa dopo il blitz che sconvolto Palma ed il mondo della scuola.

Ma gli avvocati delle tre maestre sono pronti a ricorrere ulteriormente: secondo il giudice, infatti, mettere in libertà le insegnanti potrebbe in un secondo momento anche restituirle la facoltà di tornare a scuola. Una possibilità che i legali escludono e che sono disposti a discutere presso il tribunale del Riesame di Napoli.

plesso pozzoromolo

Vuoi restare sempre aggiornato sulle notizie della tua città? Iscriviti al nostro servizio Whatsapp CLICCA QUI PER SCOPRIRE COME FARE