«Pollena possiede un fondo agricolo a Carinola, è in affitto a 850 euro l’anno»


171

Era il 30 settembre dello scorso anno quando, nel corso dell’approvazione del Bilancio 2013, il  capogruppo di minoranza Francesco Addato portò in Consiglio comunale la problematica legata al  mancato aggiornamento delle proprietà che il Comune di Pollena Trocchia detiene nella località di Carinola (oggi Falciano delle Massico, provincia di Caserta).



L’amministrazione comunale è infatti proprietaria di terreni e fabbricati occupati da un’azienda  agricola ad indirizzo zootecnico-bufalino. In una relazione tecnica datata 6 novembre 2013 si legge  che “il canone di affitto corrisposto dall’affittuario è a tutt’oggi quello firmato nel mese di gennaio 1977 (Lire 1.770.000 annue)”. Nella stessa relazione tecnica è scritto anche che l’unico criterio valido per la determinazione di un giusto canone è quello dall’accordo tra le parti e che “considerate le ottime condizioni dell’azienda un giusto canone concordato oggi, oltre a tener conto delle condizioni aziendali, che rispondono totalmente ai parametri massimi riscontrati non può non tener conto del mancato aggiornamento/incremento dello stesso dall’anno 1977”. «Dal momento che come si evince dagli atti, il conduttore ha dato la propria disponibilità già da dicembre 2013 a valutare proposte di adeguamento dell’attuale canone di locazione nel rispetto dei parametri di mercato – afferma Francesco Addato – Cosa si sta aspettando, perché ancora non si provvede all’aggiornamento?».

«In data 5 giugno ho fatto una richiesta formale sul tema e nella seduta di consiglio del 12 giugno l’ho riformulata – spiega ancora il capogruppo di minoranza – Poiché continuavano a non rispondere, ho effettuato un nuovo sollecito scritto il 22 giugno e ancora un altro nell’ultima seduta di Consiglio comunale del 27 giugno. In quella sede il sindaco promise che ci sarebbero state delle novità nei giorni immediatamente successivi, e invece il nulla assoluto. È passato un anno, è arrivato il nuovo Bilancio – prosegue Addato – e come si può notare non c’è nessun aumento nelle entrate, il che vuol dire che quest’aggiornamento non è stato previsto neanche per l’anno 2014. Allora di cosa vogliamo parlare? Forse questo è il motivo delle mancate risposte?».

Il problema centrale sollevato dal gruppo consiliare “Per il Bene in Comune – Cambiamo Pollena Trocchia” consiste nelle grandi perdite derivate dal mancato aggiornamento. «Fondi che sarebbero  risultati utili per tutta una serie di iniziative – è la conclusione di Addato – a partire dalla manutenzione ordinaria e straordinaria dell’area giochi del Parco Europa, un punto sul quale ci battiamo da un anno contro un’Amministrazione sorda ed insensibile rispetto ad un problema serio per le famiglie e per l’incolumità dei bambini. Qualsiasi iniziativa, comunque, sarebbe stato meglio che sprecare soldi in questo modo».

pollena_comune

Vuoi restare sempre aggiornato sulle notizie della tua città? Iscriviti al nostro servizio Whatsapp CLICCA QUI PER SCOPRIRE COME FARE