Paura in Campania, continua lo sciame sismico: scosse in Irpinia, nel Sannio ed in Cilento


154

Ore di lievi movimenti tellurici in tutta la Campania: l’ultima scossa appena mezz’ora fa nella zona dell’Irpinia dove 34 anni fa si verificò la strage del terremoto. L’epicentro è Teora, una delle città allora rase al suolo, la magnitudo registrata è di appena 2.1 ma tanto è bastato per sentire il sisma ai piani alti. Poco dopo ancora un microsisma, a Castelnuovo di Conza.



Ma la Campania in questi giorni è chiusa nel cerchio delle scosse: nella notte, infatti, nel Sannio è stato registrato un sisma di magnitudo 2.3 a Foiano di Val Fortore, mentre poco prima è toccato al Cilento con epicentro a Sant’Angelo di Fasanella. Stavolta la potenza registrata è stata di 2.6.

Uno sciame che segue di pochi giorni quello precedente, rilevato dai sismografi tra giovedì e venerdì e che pareva essere concluso al termine di una decina di scosse lievi.

scossa

Vuoi restare sempre aggiornato sulle notizie della tua città? Iscriviti al nostro servizio Whatsapp CLICCA QUI PER SCOPRIRE COME FARE


SHARE