Stupisce sempre quando un rappresentante delle istituzioni viene “colpito” dalla legge come un normale cittadino. E stupisce ancora di più quando ciò avviene proprio davanti ad un Ente pubblico, dove le forze dell’ordine conoscono benissimo a chi appartengono le vetture che stanno per “punire”.

E dunque accade che a Striano il vicesindaco Elisa Boccia venga regolarmente multata perché, parcheggiando davanti al palazzo municipale, ha dimenticato di apporre il disco orario che consente una sosta limitata: quindi il numero due del Comune, in passato già primo cittadino, è stato trattato alla stregua del “normale abitante”. A diffondere le foto della contravvenzione è stato un esponente della passata Amministrazione locale, che ha aggiunto un commento a riguardo del rispetto delle regole.

Un post a cui in tanti hanno applicato il “mi piace” ma dove qualcuno ha replicato anche in maniera piuttosto intelligente: «Vuol dire che non hanno chiesto privilegi ai vigili urbani», è stata una delle risposte. Adesso al vicesindaco non resta che pagare la “pena pecuniaria”.

multa vicesindaco