Operaio di Boscoreale morto, tre indagati per omicidio colposo


129

Tre informazioni di garanzia sono state emesse nell’ambito dell’inchiesta sulla morte di Salvatore Renna, l’operaio caduto il 20 settembre scorso da una impalcatura del cantiere della linea 1 della metropolitana di Napoli in piazza Municipio.



I destinatari degli avvisi, firmati dal procuratore aggiunto Luigi Frunzio e dal pm Emilia Galante, secondo quanto si è appreso, sono il responsabile della sicurezza del cantiere e i titolari della ditta appaltatrice e di quella subappaltatrice dei lavori. L’ipotesi di reato formulata dagli inquirenti è di omicidio colposo. Si tratta, come sottolineano gli inquirenti, di atti dovuti per il conferimento degli incarichi ai consulenti dei pm che dovranno eseguire venerdì prossimo l’autopsia e gli esami tossicologici, quest’ultimi vanno disposti, precisano fonti giudiziarie, non solo per verificare ma anche per escludere eventuali assunzioni di sostanze tossiche e confutare quindi argomentazioni difensive che potrebbero essere proposte nel corso del procedimenti.

Accertamenti sono tuttora in corso anche sulla posizione lavorativa dell’operaio che al momento risulterebbe come lavoratore a nero.

renna

Vuoi restare sempre aggiornato sulle notizie della tua città? Iscriviti al nostro servizio Whatsapp CLICCA QUI PER SCOPRIRE COME FARE