È trascorso quasi un anno dal terremoto che sconvolse il Vesuviano: 400 indagati tra avvocati, medici, infermieri e semplici cittadini tutti coinvolti in un’operazione della Guardia di Finanza che sgominò una megatruffa ai danni delle assicurazione.

L’operazione “Jordanus”, infatti, portò a provvedimenti tra San Giuseppe Vesuviano, Ottaviano, San Gennaro Vesuviano, Terzigno, Poggiomarino, Nola ed altri comuni limitrofi, diventando una vera e propria bomba giudiziaria. Ora le indagini sono concluse e la procura nolana è pronta a fare partire il processo.

Intanto per i legali interessati dal procedimento penale c’è lo stop alla misura dell’interdizione. Potranno quindi tornare a lavorare in tribunale in attesa naturalmente dell’esito dell’eventuale processo a loro carico.

indagati