Lavori in piazza Schettini, chiesta la condanna a un anno e 8 mesi per l’ex sindaco D’Alessio


169

La Procura torrese ha chiesto la condanna per l’ex sindaco di Pompei, Claudio D’Alessio. L’accusa è di abuso d’ufficio e truffa aggravata. Chiesti 8 mesi di carcere anche per gli ex assessori della sua Giunta Gerardo Conforti, Antonio Ebreo, Giovanni Fusco e Alberto Robetti.



I fatti si riferiscono ai lavori di restyling di piazza Schettini, durante cui sarebbe emersa la realizzazione di un chiosco abusivo e di proprietà di un cognato dell’allora assessore Carmine Lo Sapio. Per il politico ed il parente sono stati chiesti due anni e mezzo di reclusione.

CLAUDIO D'ALESSIO

Vuoi restare sempre aggiornato sulle notizie della tua città? Iscriviti al nostro servizio Whatsapp CLICCA QUI PER SCOPRIRE COME FARE


SHARE