Finalmente una sede per “Mama Africa”, inaugurazione tra festa e cultura


217

Dopo anni di attesa, l’associazione Mama Africa Onlus di Pollena Trocchia avrà la sua sede. Era il 2006 quando la onlus, che opera con progetti di sviluppo in Togo, veniva fondata dall’ex professore di Scienze Politiche, Vincenzo Liguoro.



Finalmente, il 27 settembre alle 18.30 in via Vasca Cozzolino, Parco Europa, nella strada adiacente alla pista ciclabile, verrà inaugurata la tanto desiderata sede. Sarà un incontro-festa ricco di emozioni. Tutti i cittadini, i simpatizzanti e i collaboratori (che all’ingresso riceveranno un gadget), al di là delle opinioni politiche o religiose sono invitati all’inaugurazione della sede di Mama Africa onlus, associazione che opera da oltre 20 anni sul territorio di Pollena Trocchia nel settore del volontariato, della solidarietà e della condivisione. Mama Africa, dal canto suo, ringrazia Antonio Di Sapio per questo gesto di generosità verso un’associazione seria, onesta e trasparente che porta alto il nome della comunità cittadina. «Finalmente è cessato il tempo del blabla, delle false promesse, degli atteggiamenti ipocriti da parte di autorità istituzionali che perduravano da anni – dichiara il professore Liguoro – La sede si propone obbiettivi culturali che ben presto avranno inizio con una serie di iniziative. La nostra speranza è quella di coinvolgere i cittadini in attività di socialità e cultura uscendo dal deserto cui da anni ci hanno condannato».

La serata sarà ricca di emozioni. Lo scrittore Massimo Scolaro metterà a disposizione alcune copie del suo libro pubblicato con la Innuendo Editore di Terracina. Si tratta di una raccolta di poesie e riflessioni dal titolo “Opere ed omissioni”. Il ricavato della vendita andrà a finanziare i progetti che l’associazione ha nei villaggi di Togoville e Vogan in Togo, Africa Occidentale. Ma non è finita qui. Ci sarà anche tanta musica. Il protagonista della serata sarà Amadou che canta – “ad occhi chiusi” – in inglese, fula e wolof. Ha solo 16 anni ed ha attraversato il deserto e il mare insieme al fratello. È uno dei tanti ragazzi alla ricerca di serenità nel nostro paese. Ma non solo. È anche un cantautore. Le sue canzoni trattano argomenti seri, complessi. Il suo genere è melodico ma sa anche rappare.

mamafrica

 

Vuoi restare sempre aggiornato sulle notizie della tua città? Iscriviti al nostro servizio Whatsapp CLICCA QUI PER SCOPRIRE COME FARE