Era evaso dai domiciliari perché a suo dire la sorella gli rendeva la vita impossibile. Per questo ora dovrà stare in carcere e non più a casa. A Isernia, i militari della locale stazione, hanno eseguito una ordinanza di custodia cautelare emessa nei confronti di un 30enne originario di Boscoreale e residente a Castelvolturno.

Il giovane alcuni giorni fa era stato trovato fuori dalla sua abitazione dove scontava i domiciliari per reati di droga. Davanti ai carabinieri si era giustificato: «Sono uscito percheé mia sorella mi rende la vita impossibile». La Procura della Repubblica di Santa Maria Capua Vetere ha così emesso un nuovo provvedimento di custodia e il 30enne si trova ora rinchiuso nel carcere di Ponte San Leonardo a Isernia.

cutolo tenta suicidio carcere