Riaprirà dopo quasi 40 anni di stop l’asilo comunale “Croce Rossa”. La cerimonia è prevista per lunedì 15 settembre: la costruzione risale al lontano 1910 alla presenza della Duchessa Elena, a seguito dell’eruzione del Vesuvio del 1906.

Nel luglio scorso, dalla direzione del secondo Circolo, posta in via San Leonardo, furono trafugati 40 computer nuovi, ancora imballati, un videoriproduttore, e tanto materiale didattico, tutto destinato appunto all’ex Asilo “Croce Rossa”. Ormai manca poco all’apertura della scuola, sembra che tutto sia completato, compresa l’area esterna dell’edificio, un tempo piena zeppa di materiale di risulta da potatura piante, e varie, completamente ripulita. Quindi gli alunni delle scuole elementari di via Marciotti, appartenenti al secondo circolo, e una parte di bambini di scuola materna (ex Villaggio Vesuvio)  potranno accedere alla nuova struttura completamente rimodernata, mantenendo inalterato l’aspetto tecnico strutturale dell’edificio.

Per anni questo importante struttura, fiore all’occhiello e vanto sangiuseppese, è stato frequentato da tantissimi bambini ed era stato curato dalle Suore Cappellone, dell’ordine di San Vincenzo, fino agli anni ’70. Dopo è andato inspiegabilmente nel mondo dell’oblio. La Commissione straordinaria, prima di terminare il suo mandato, ottobre 2012,  con a capo il prefetto Cinzia Guercio, inaugurò parzialmente il plesso, che poi successivamente è stato completato dall’attuale nuova amministrazione, e finalmente, lunedì ci sarà la riapertura di questo importante edificio, di valore storico, con viva soddisfazione di tutta la cittadinanza , che da lungo tempo aspettava questo momento fatidico.

ASILO CROCE ROSSA