Città metropolitana, “guerra” Pd a Sant’Anastasia per la candidatura del socialista Capuano


108

Ieri sono state ufficializzate le liste per l’elezione del consiglio metropolitano. Tanti i nomi in campo per il Pd, capolista il sindaco di Afragola, Domenico Tuccillo e tanti amministratori democratici. Salta all’occhio dei dirigenti anastasiani la candidatura del consigliere del Psi di Sant’Anastasia, Carmine Capuano nelle liste del Pd, una scelta che appare strana rispetto alle logiche politiche. Basta pensare infatti che Capuano ha condotto di recente una campagna elettorale contro il Pd, anche durante il turno di ballottaggio, quando alcuni dirigenti della sezione del Psi locale hanno pubblicamente dichiarato di votare per Abete (candidato contro il Pd e Antonio De Simone).



Una scelta infelice per i dirigenti e per la segretaria provinciale del Pd Napoli, fatta senza prestare attenzione alle opinioni dei territori e mentre la dirigenza anastasiana stava lavorando alla candidatura di De Simone. Il Partito Democratico di Sant’Anastasia condanna fermamente questi atteggiamenti e prende le distanze da questi metodi, poco sani e che retrocedono da quella logica di cambiamento e rinnovamento che il nostro segretario Renzi sta provando ad attuare, con scarsi risultati, a quanto pare, nel partito napoletano. Dal Pd di Sant’Anastasia la candidatura di Antonio De Simone, in rappresentanza dei democratici anastasiani e del vesuviano. «Mi rammarica constatare ancora una volta – dichiara la segretaria del circolo Grazia Tatarella – che la politica, quella seria e corretta, quella che antepone gli interessi dei territori alle logiche di potere e di corrente, non è appannaggio della classe dirigente che guida il Partito Democratico napoletano. Le candidature presenti nella lista per l’elezione della città metropolitana sono la cartina di tornasole di un modo di fare politica figlia delle vecchie logiche, dalle quali questi pseudo dirigenti dovrebbero rifuggire nel nome di quel rinnovamento e di quel cambiamento che tanto decantano. E invece siamo alle solite. Ma il Pd di Sant’Anastasia è protagonista dei processi governando gli eventi. Rivendichiamo a gran voce i nostri spazi e la nostra autonomia, andando oltre questi criteri e siamo pertanto orgogliosi di avere come rappresentate del Pd anastasiano il nostro candidato sindaco, Antonio De Simone».

«Auspichiamo che, in futuro – conclude – la dirigenza provinciale promuova un tavolo di discussione vera con i circoli territoriale e li coinvolga nel processo decisionale per la scelta delle candidature a tutti i livelli, piuttosto che ratificare le scelte fatte dai capicorrente di turno».

de simone capuano

Vuoi restare sempre aggiornato sulle notizie della tua città? Iscriviti al nostro servizio Whatsapp CLICCA QUI PER SCOPRIRE COME FARE