Bimbi maltrattati, gli psicologi: «Crimine contro il futuro dell’umanità»


115

«Il maltrattamento sui minori è un reato contro il futuro dell’umanità, perché oltre ai gravi danni di salute mentale e fisica della vittima genera una spesa rilevante per la società, di cui essi rappresentano il futuro». Il presidente dell’Ordine degli Psicologi della Campania, Antonella Bozzaotra, commenta così i maltrattamenti commessi nei confronti di alcuni alunni da parte di tre insegnanti dell’istituto Vincenzo Russo di Palma Campania.



«La scuola è il luogo primario di apprendimento e formazione di individui autonomi e cittadini responsabili – spiega Bozzaotra – pertanto è in questo contesto che vanno apprese le regole di convivenza sociale, in primis la capacitaà di relazionarsi agli altri. Questo tipo di violenza avviene sempre in relazioni significative, ovvero con genitori o insegnanti, ed è quindi molto grave, perché queste figure devono garantire la capacità di esplorazione del mondo e invece il maltrattamento mina questa possibilità e non permette uno sviluppo sano e armonico». «In una società caratterizzata da una profonda crisi culturale e sociale, oltre che economica – aggiunge il presidente dell’Ordine campano – si è modificato anche il modo di guardare la relazione educativa, che deve prescindere da comportamenti lesivi sia a livello psicologico che fisico». In merito alla proposta lanciata dal Garante regionale per i diritti dell’infanzia, che auspica l’introduzione della figura dello psicologo nella scuola per individuare fattori di rischio e di sostegno anche per gli insegnanti, Bozzaotra sottolinea che «come Ordine riteniamo indispensabile l’intervento dello psicologo nella scuola, ma lo pensiamo sempre a sostegno del contesto scolastico e dell’istituzione e non dalla parte di uno piuttosto che dell’altro, lavorando quindi nell’ottica della prevenzione prima che si verifichino episodi come quello di Palma Campania».

In quest’ottica l’Ordine degli Psicologi della Campania ha stipulato nel 2012 un protocollo d’intesa con l’Ufficio scolastico regionale su una serie di attività, con l’obiettivo di investire sulla prevenzione all’interno dei contesti scolastici. «È quindi necessario – conclude Bozzaotra – utilizzare le risorse disponibili per pianificare interventi che coinvolgano tutti gli attori sociali che vivono l’ambiente scolastico, al fine di consentire la promozione della salute e del benessere psicofisico dell’intera comunità».

scuola palma (2)

Vuoi restare sempre aggiornato sulle notizie della tua città? Iscriviti al nostro servizio Whatsapp CLICCA QUI PER SCOPRIRE COME FARE