Lavoro durissimo in piena estate per le forze dell’ordine di Ottaviano che hanno scovato una decina di casi di abusi edilizi nel cuore della “zona rossa”. Si tratta maggiormente di ampliamenti di abitazioni e locali commerciali effettuati senza alcuna autorizzazione.

Tanti i sigilli ai solai, allargati a dismisura: una pratica in voga nell’area vesuviana e che consente di sfruttare oltre i limiti, ed illegalmente, i tetti a mansarda. Ma nella complessa opera della polizia municipale da giugno a luglio sono finiti nella rete anche alcuni commercianti, che avevano allargato i loro negozi nel tentativo di concludere i lavori nel giro di uno o due giorni.

Trovati anche scavi per strutture nuove e per ampliamenti di cantine: insomma, c’è chi tenta tuttora di portare a compimento costruzioni abusive, ed Ottaviano sembra essere una delle città in cui i tentativi di realizzazione son in ascesa.

abusivismo