La cooperativa sociale Sire ed Umberto Saetta, guida esclusiva al Parco Nazionale del Vesuvio, promuovono un appuntamento unico e suggestivo, un’escursione notturna per appassionati tra natura e tipicità vesuviane alla scoperta di sentieri e panorami mozzafiato del vulcano partenopeo. Per gli amanti della natura, un’occasione unica per trascorrere, all’interno del Parco Nazionale del Vesuvio, in uno dei contesti naturali più affascinanti della nostra regione, una notte di San Lorenzo indimenticabile.

Dal tramonto alla notte i visitatori saranno proiettati in una dimensione surreale, dove i sensi prevarranno fortemente, aprendo la mente a scenari unici, illuminati da una luna gigante presente nel cielo di agosto. Il percorso che parte dal rifugio Imbò, riguarda in particolare la caldera del vulcano primordiale il Monte Somma, la Valle dell’Inferno. Unica nel suo aspetto vulcanologico, è di fatto un laboratorio biologico naturale; dove è possibile osservare come, con la colonizzazione dei licheni e la graduale crescita della macchia mediterranea, la natura conquista la giovane terra vulcanica.

Dopo la visita alle lave a corda ed alle forre situate sul crinale sud del Somma, si completerà il giro tornando indietro al punto di partenza. Il sentiero offre un panorama superbo, la visuale staglia dal Nolano all’Agro Nocerino Sarnese fino al Golfo di Castellammare di Stabia per arrivare alla punta estrema della penisola Sorrentina che lambisce l’isola di Capri. Molto interessante sotto l’aspetto vulcanologico meta intermedia dell’itinerario stabilito.

valle inferno