Violentata a vent’anni da un ragazzo più o meno coetaneo, che ha abusato di lei puntandole una pistola alla testa. Una storia da brividi che si è consumata nei giorni scorsi a Boscoreale e che viene raccontata dalle pagine del quotidiano “Metropolis”.

Vittima, appunto, una giovane che ritornava a casa dopo essere uscita con gli amici. Era sola quando è stata avvicinata dal suo “orco” in motorino. L’aggressore ha tirato fuori l’arma puntandola alla testa della povera malcapitata. Così, sotto la minaccia dell’arma, ha cominciato a toccarla con violenza nelle parti intime, tanto da fare sanguinare copiosamente la ragazza. La vittima ha cominciato ad urlare prima che si potesse consumare l’atto, facendo fuggire via il suo aguzzino.

Per la ventenne è stato necessario il ricovero in ospedale a Boscotrecase: sul caso indagano i carabinieri che stanno cercando di identificare l’orco: potrebbe addirittura essere un minore.

violenza