La giunta ha approvato nei giorni scorsi  lo schema di bilancio di previsione annuale 2014 e pluriennale 2014-2016. Lo strumento è in linea col programma elettorale col quale il gruppo di maggioranza si è sottoposto al giudizio degli elettori e rappresenta pertanto uno step importante verso il raggiungimento degli obiettivi che la squadra di governo si è prefissa. «Si tratta di uno schema di bilancio di alto profilo e mi auguro che il consiglio comunale possa, nella sua interezza, e fuori dal pregiudizio politico, prendere atto di questo importante lavoro svolto», dice il sindaco Francesco Pinto che detiene la delega al Bilancio. «Tutte le previsioni, sia quelle attinenti la conferma dei servizi già in essere, sia le novità introdotte, acquistano una rilevanza maggiore se si considera che tutto è stato fatto senza aumentare la pressione fiscale in capo ai cittadini», aggiunge Pinto.

Ecco alcune delle novità più rilevanti introdotte dallo schema di bilancio:

ISTRUZIONE. Lo strumento finanziario proietta Pollena Trocchia nel futuro in quanto la “scuola digitale” sarà presto realtà: in bilancio sono state previste le somme per dotare tutti gli alunni di prima classe della scuola secondaria di strumenti digitali. Il finanziamento in questione va anche incontro alle famiglie che non dovranno più acquistare testi cartacei e godranno di un notevole risparmio. Ciò avverrà in contemporanea al mantenimento dei servizi già previsti: dal contributo al trasporto scolastico, all’acquisto di arredi fino alla gestione automatizzazione dei servizio di refezione.

POLITICHE SOCIALI E GIOVANILI. Anche in questo comparto, la giunta ha assicurato i servizi primari rivolti ad anziani, diversamente abili e indigenti, quindi assistenza alimentare e fondo di solidarietà, oltre alle somme garantite per il semiconvitto. Lo schema ha poi introdotto una serie di elementi tra i quali il potenziamento dei fondi destinati alle attività del Forum dei Giovani,  all’allestimento di un’aula multimediale, al progetto wifi libero sul territorio e alla riattivazione dello sportello Informagiovani.

AMBIENTE. In questi anni si è lavorato per organizzare un buon sistema di raccolta rifiuti e di spazzamento, assieme alla manutenzione e  alla riqualificazione del verde pubblico e alla potatura delle alberature. La giunta si è posta l’obiettivo di migliorare i servizi offerti senza aumentare i costi. Nello schema sono previste somme per attività di sensibilizzazione alla raccolta differenziata e per la prevenzione di fenomeni di abbandono di rifiuti anche attraverso l’acquisto di sistemi di videosorveglianza. In schema anche il finanziamento per incentivare l’adozione di cani randagi e abbandonati.

OPERE PUBBLICHE. Accanto all’assiduo lavoro di questi anni per dare il via ad opere già finanziate, come il completamento del Parco Urbano di via Calabrese, la riqualificazione dell’Alveo Pollena, il restyling dell’immobile di via Cavour che ospiterà l’asilo nido comunale (opere già in via di realizzazione), all’illuminazione della pista ciclabile e alla riqualificazione Rione Micillo (progetti in itinere), la giunta ha ragionato sulla programmazione nel medio e lungo termine partendo dal dato che la prima capacità degli enti locali in questo campo deve essere quella di riuscire a recuperare finanziamenti presso enti sovracomunali. Ha quindi lavorato prevedendo somme per progettare nuove opere pubbliche e fondi destinati agli espropri in modo che si possa procedere alla realizzazione delle opere che senza gli espropri non possono essere concretizzate. Previste poi risorse per attraversamenti pedonali rialzati, realizzazione, manutenzione e rifacimento della segnaletica per garantire maggiore sicurezza sul territorio, nonché per un arredo urbano adeguato alle esigenze. «Grazie alla gestione virtuosa delle casse comunali in questi anni sono state azzerate le rate dei mutui dell’ente che oggi ha una buona capacità di contrarre eventuali nuovi mutui e ciò offre la possibilità di finanziare anche autonomamente opere che non dovessero trovare copertura attraverso altre strade», spiega in merito il sindaco Pinto.

URBANISTICA. Completamento della pianificazione urbanistica nell’ex area Pip, unica grande occasione per il comune di generare ricchezza e di offrire risposte in termini occupazionali, è il focus principale della squadra di governo Pinto. Per questo la giunta ha già adottato il progetto definitivo che entro settembre verrà approvato ed prima della fine dell’anno verrà pubblicato il bando per l’assegnazione delle aree. Al tempo stesso, si lavora sulle attività medio lungo termine: previste dallo schema  le somme per conferire l’incarico tecnico finalizzato a riprendere celermente  le attività del condono edilizio per il quale in questi giorni ci sono stati rilevanti novità. Il bilancio di previsione prevede anche fondi sia su base annuale che pluriennale per poter procedere alla redazione del Puc che dovrà disegnare lo sviluppo futuro del nostro territorio.

pollena_comune