Poggiomarino prega per Crescenzo D’Auria, è lui il 21enne rimasto ferito sull’Amalfitana


568

Una passione innata per le moto e per Positano: proprio poco prima di mettersi in viaggio per tornare a casa, Crescenzo D’Auria aveva postato su Facebook uno stato in cui sottolineava il suo amore per i rombi di motore e per la località della costiera amalfitana. Poi l’incidente con due morti ed altrettanti feriti: e il 21enne di Poggiomarino è il più grave.



Crescenzo è infatti ricoverato nel reparto di emergenza dell’ospedale di Sorrento, e non a Salerno come erroneamente diffuso subito dopo lo schianto sulla strada che collega Positano a Piano di Sorrento. Un’intera città, anzi due, pregano per il giovane. D’Auria vive infatti a Poggiomarino ma frequenta Scafati, città di una delle due vittime dello schianto, il 18enne Vincenzo Veropalumbo. L’altro morto è il 27enne Raffaele Rispoli, rampollo di una nota famiglia di albergatori di Positano.

Già parzialmente ricostruita la dinamica: secondo i primi rilievi della stradale, infatti, Rispoli con la sua moto avrebbe sorpassato un minibus con a bordo una decina di turisti olandesi, finendo per schiantarsi contro il mezzo a due ruote guidato dal 18enne di Scafati. Dietro sarebbe sopraggiunto Crescenzo D’Auria che non è riuscito ad evitare le due moto andate in collisione. Rispoli è morto sul colpo, Veropalumbo poco dopo. Per D’Auria, invece, ci sono ancora speranze.

crescenzo d'auria

Vuoi restare sempre aggiornato sulle notizie della tua città? Iscriviti al nostro servizio Whatsapp CLICCA QUI PER SCOPRIRE COME FARE