È proprio vero: farsi l’amante costa davvero tantissimo, in termini economici e addirittura in qualche caso anche dal punto di vista penale. La vicenda di un 68enne di San Gennaro Vesuviano la dice infatti lunga per quanto accaduto e per l’epilogo.

L’uomo, infatti, ha provato in tutti i modi a tenersi stretti duemila euro che la più giovane compagna illegittima pretendeva per essere mantenuta. L’anziano, invece, avrebbe voluto utilizzarli forse per la propria famiglia e per la moglie tradita che naturalmente era all’oscuro della relazione extraconiugale. Così il 68enne ha finto di essere stato rapinato, ed è finito con una denuncia per simulazione di reato.

A scoprirlo i carabinieri di Nola da cui l’anziano si era recato per sporgere denuncia, affermando di essere stato affrontato da due balordi che si erano impossessato di 2mila euro in contanti. Le indagini, tuttavia, hanno appurato che la rapina non c’era mai stata.

Alla domanda dei militari sul motivo della simulazione l’uomo è stato chiaro: non voleva dare quei soldi alla più giovane amante che li pretendeva per essere mantenuta.

soldi