Due autobus dell’Esercito e tre gazzelle dei carabinieri in campo per scortare i 20 profughi sbarcati a Salerno e che nelle prossime ore giungeranno a Poggiomarino così come deciso dal prefetto di Salerno. La città agrovesuviana è stata dunque scelta per accogliere una parte dei 700 immigrati giunta questa mattina al porto di Salerno a bordo della nave San Giusto.

I 20 extracomunitari saranno ospiti in un edificio in via Nuova San Marzano, nei pressi dello stabile dove già vive da diversi mesi una comunità di africani titolari dello status di rifugiati politici e sostenuti a spese statali. I mezzi dei militari e dell’Arma sono appena partiti da Poggiomarino in direzione Salerno, dove una volta terminate le operazioni di identificazione e di natura sanitaria trasporteranno i profughi in città.

Tra gli immigrati arrivati a Salerno ci sono alcune persone affette da scabbia e che saranno naturalmente curate prima di essere sistemate nelle località prescelte dal piano di accoglienza varato dalla prefettura. Non risultano, invece, casi della temuta ebola tra gli extracomunitari che arrivano dalle zone calde dell’epidemia.

U