Dimesso dall’ospedale muore dopo 10 giorni: scatta l’inchiesta


242

Su disposizione della Procura di Napoli è stata eseguita oggi l’autopsia sul corpo di Gianfranco Monaco, 54 anni, morto ieri mattina nella sua abitazione a Marigliano. Monaco, operaio in un mobilificio – si apprende dall’avvocato Liberato Maffettone, che assiste la famiglia Monaco – era caduto sul luogo di lavoro il 7 luglio scorso ed era stato ricoverato per una settimana al Loreto Mare.



Una volta dimesso, l’uomo aveva effettuato il 29 luglio scorso alcuni esami cardiaci prescrittigli dai medici, che avevano dato esito negativo. Ieri mattina Monaco è stato colto da malore mentre si preparava a partire per le vacanze. La moglie ha chiesto l’intervento del 118. Nell’abitazione è giunta una prima ambulanza senza il medico a bordo. Il personale ha richiesto l’intervento di una seconda ambulanza con un medico che ha potuto solo constatare la morte dell’uomo per arresto cardiaco. Nell’abitazione, in via Pontecitra, sono intervenuti i carabinieri, che hanno inviato un rapporto alla Procura. Il pm di turno ha disposto l’autopsia, che è stata eseguita stamattina al Policlinico della Seconda Università di Napoli. La famiglia ha nominato un perito di parte.

«Aspettiamo i risultati delle analisi tossicologiche e di altri esami, che saranno noti a fine agosto – ha detto l’avvocato Maffettone – per valutare la presentazione di una denuncia nei confronti dell’ospedale Loreto Mare».

L

Vuoi restare sempre aggiornato sulle notizie della tua città? Iscriviti al nostro servizio Whatsapp CLICCA QUI PER SCOPRIRE COME FARE


SHARE