Una storia triste destinata a finire nelle aule giudiziarie. La vittima è l’ex sindaco di San Giuseppe Vesuviano, Antonio Agostino Ambrosio, a cui in sostanza è stata praticamente “rubata l’identità” per mettere in pratica una gravissima diffamazione via internet finalizzata a screditare in qualche modo la sanità morale del medico ed ex primo cittadino di San Giuseppe Vesuviano.

Nei giorni scorsi, infatti, le foto di Ambrosio sono state acquisite da un profilo sostanzialmente anonimo di Facebook, tale Armando Bifulco (la checca bionda). Naturalmente si tratta di una persona che non esiste dietro cui si cela chissà quale folle o malintenzionato mosso certamente da odio nei confronti dell’attuale leader dell’opposizione sangiuseppese. Sul caso sta indagando la polizia postale a cui si è rivolto l’ex sindaco nel tentativo dapprima di fermare lo scempio contro la sua persona e poi provare ad identificare l’internauta.

Sfottò durissimi e prese in giro certamente oltre le righe che hanno fatto drizzare i capelli un po’ a tutti a San Giuseppe Vesuviano e dintorni, dove il medico e primario dell’ospedale di Nola è molto noto per il suo impegno politico, professionale e sociale.

denuncia