Due feriti lievi, investiti dai calcinacci: questo al momento il bilancio del crollo di un palazzo nei vicoli del Quartiere Carceri di Torre Annunziata, in vico Uguaglianza. Si tratta di un edificio soggetto a ordinanza di sgombero e ufficialmente disabitato, ma l’ipotesi che vi fossero comunque persone all’interno ha condotto sul posto un ingente spiegamento di vigili del fuoco e polizia municipale per la rimozione delle macerie.

Il palazzo si è sbriciolato. I due feriti – una anziana donna e il figlio, residenti in uno stabile vicino – sono rimasti feriti mentre si allontanavano dalla zona del crollo. Sul posto lavorano alle ricerche una quarantina di vigili del fuoco. Presenti anche i soccorsi medici e la polizia municipale, insieme alle forze dell’ordine. Anche il sindaco Giosuè Starita è al fianco dei soccorritori.

I pompieri stanno lavorando per rimuovere i detriti, con l’ausilio di rilevatori e di cani per la ricerca di persone. L’area attualmente è interdetta, anche perché sono molti gli stabili sottoposti a sgombero da anni a causa dello stato di fatiscenza dal terremoto del 1980.

crollo torre