«Aumentano i costi dei biglietti del trasporto pubblico, a partire dalla Circumvesuviana, per gli utenti e subito la Regione fa un bando a nostro avviso “semi clandestino” e forse cucito ad personam per nominare 3 esperti in comunicazione da 100mila euro a testa».

«I biglietti – accusano Francesco Emilio Borrelli dei Verdi e Gianni Simioli della radiazza – costeranno di più secondo noi anche a causa di spese come queste a nostro avviso inutili. I neo nominati dovranno ringraziare i poveri utenti che con il loro ticket maggiorato gli pagheranno queste consulenze d’oro. Questi incarichi estivi rientrano perfettamente nella cultura gestionale del trio Caldoro, Polese, Vetrella che hanno ridotto il trasporto pubblico nello stato attuale. I viaggiatori a partire dai turisti sono trattati male, hanno pessimi servizi, spesso restano a piedi in compenso avranno tre super consulenti in comunicazione ottimamente pagati. Tra l’altro ci risulta che proprio la Circumvesuviana ha già un ufficio stampa quindi non si capisce a che servono 3 esperti di comunicazione».

«Questi soldi – concludono Verdi e radiazza – potevano essere usati per migliorare il servizio comprando ricambi per le carrozze o aggiustando i tabelloni delle stazioni quasi tutti rotti. Invece hanno scelto ancora una volta di utilizzare le risorse pubbliche in modo a nostro avviso discutibile».

Circumvesuviana