Era latitante da un mese e mezzo, pronto a scappare all’estero sotto copertura per fare perdere le proprie tracce. Ma i carabinieri di Torre Annunziata sono riusciti a catturare Aldo Gionta prima che potesse portare a termine il suo piano di fuga.

Torna dunque in carcere il personaggio in questo momento più importante ed influente della camorra torrese, boschese e vesuviana: a stanarlo proprio i militari dell’Arma che lo hanno raggiunto in Sicilia, nel suo quartier generale dove il figlio del superboss Valentino – condannato all’ergastolo – si stava nascondendo e da cui pianificava la grande fuga.

Aldo Gionta è coinvolto nel processo Alta Marea ed era stato condannato quale mandante di due omicidi di camorra, delitti per cui il suo legale è però riuscito ad ottenere la revisione del processo.

aldo gionta