Ancora un furto di energia elettrica ai danni dell’Enel: stavolta succede in un bar di Boscotrecase, dove era stato manomesso il contatore fino ad arrivare ad un danno stimato di circa 11mila euro.

A finire in arresto è il titolare della caffetteria, Luigi Di Maio, 51enne di Terzigno che secondo i carabinieri avrebbe apposto un dispositivo magnetico sopra al contatore della sua rivendita, il “Life Cafè” in via Sepolcri.

L’uomo è stato condotto agli arresti domiciliari in attesa di essere processato ad inizio settimana prossima con rito per direttissima.

enel energia