Asfalto al posto della pietra lavica, l’assessore replica: «Soluzione temporanea»


469

Il Movimento 5 Stelle locale con l’approvazione di alcuni commercianti locali ha mosso accuse per i lavori per la realizzazione dell’impianto di metano. I motivi dell’accusa rivolta all’assessore ai Lavori pubblici, Giuseppe De Simone, sono quelli di bloccare un’arteria principale del paese, una delle vie di comunicazione più importanti che collegano diversi comuni vesuviani; quella di aver rimosso le grosse lastre di roccia vulcanica a favore dell’odioso asfalto, ma soprattutto in un periodo, prima delle vacanze estive di bloccare una parte del commercio già ampiamente in crisi, non permettendo quindi quella vendita di capi estivi.



Dopo questa pacifica protesta non si è fatta attendere la replica dell’assessore De Simone, il quale dopo l’esperienza acquisita per la realizzazione della rete fognaria di diversi mesi fa, si è deciso di realizzare questi scavi nel periodo estivo «approfittando delle chiusure delle scuole e di un traffico automobilistico sicuramente ridotto rispetto ad altri periodi dell’anno». «Questi lavori sono  indispensabili – continua l’assessore – per la realizzazione dell’impianto di metano, per quanto concerne le lastre di roccia vulcanica sono state rimosse per motivi tecnici e saranno ricollocati in un secondo momento, a lavori della rete ultimati, ripristinando la pavimentazione stradale originale. Solo momentaneamente è stato sistemato il manto stradale, nel tratto degli scavi con l’asfalto, ma il tutto sarà rimosso, la decisione di mettere l’asfalto è stata dettata per motivi di carattere tecnico della lavorazione».

«I lavori si stanno eseguendo nel rispetto della tempistica prevista – conclude De Simone – seguiti quotidianamente dal direttore dei lavori, presente sul cantiere e che ha confermato il completamento degli stessi per la fine del mese di agosto».

basoli asfalto

Vuoi restare sempre aggiornato sulle notizie della tua città? Iscriviti al nostro servizio Whatsapp CLICCA QUI PER SCOPRIRE COME FARE