Palloncini bianchi e tanta commozione ai funerali di Anna Bifulco, la 19enne che si è spenta nella tarda serata di domenica nella sua casa di San Gennaro Vesuviano. L’ultimo saluto c’è stato oggi a San Giuseppe Vesuviano, nella parrocchia di Casilli, dove la famiglia è originaria.

Anna era affetta da una malattia rarissima, pare ci siano pochi decine di casi al mondo: la cosiddetta sindrome di Klippel Tranunay Weber. Anna ha lottato, insieme alla mamma Angela Ambrosio, per 19 anni contro un male oscuro che si è manifestato sin da bambina. In sostanza ad Anna crescevano a dismisura le ossa ed i vasi venosi.

Sul web si è immediatamente scatenato il dolore di tante persone che anche attraverso i social network avevano seguito le vicende della povera Anna, una vera e propria lottatrice che aveva commosso già in vita la popolazione dell’area vesuviana. Dolore anche a Poggiomarino, città in cui vivevano numerosi familiari della ragazza.

anna bifulco