Secondo i giudici del tribunale di Torre Annunziata non esistevano più i presupposti per trattenerlo in carcere, così il boss di Poggiomarino, Antonio Giugliano, capo dell’omonimo clan alleato ai Fabbrocino ha lasciato il carcere. ‘O Savariello resta però soggetto all’obbligo di firma per ben tre volte al giorno e non potrà lasciare la residenza nelle ore serali e notturne. A dare la notizia è il quotidiano Metropolis.

La notizia ha fatto naturalmente il giro della città ed anche dei vicini comuni in cui è tuttora forte l’influenza dalla cosca. Molteplici i procedimenti penali in cui il ras poggiomarinese è implicato: nella sua storia giudiziaria anche perizie psichiatriche in merito alle capacità di intendere e di volere.

giugliano antonio