La vasca di Fornillo non regge ai due intesi acquazzoni consecutivi di ieri e di oggi. Così tra le strade di Poggiomarino torna il fiume di melma mista a rifiuti. Erano mesi, a dire il vero, che dall’area periferica i liquami non raggiungevano il centro abitato. Ma sono stati sufficienti mezz’ora di pioggia ieri ed altrettanta oggi per riportare il problema di attualità.

E sono gli stessi volontari al lavoro per liberare le caditoie a lanciare l’allarme: «Tutti i tombini e le grate delle strade coinvolte sono “tappate” dal fango e dalle foglie che la vasca ha “vomitato” nel centro abitato – dicono – servirà un lungo lavoro di pulizia». Il rischio è che un eventuale pioggia notturna possa ulteriormente peggiorare la situazione anche dal punto di vista igienico-sanitario.

melma fornillo