C’è ancora attesa in città per l’ultimo saluto al piccolo Costantino Carbone, la promessa del calcio ucciso da una caduta dalla bicicletta e da un presumibile caso di malasanità. La salma del piccolo resta ancora a disposizione dell’autorità giudiziaria.

Frattanto sono stati donati gli organi: il cuore, le cornee ed il fegato che sono andati a bambini malati e che grazie al gesto di bontà della famiglia Carbone possono tornare a sperare in un futuro migliore. Ancora non c’è però il via libera per i funerali che a questo dovrebbero esserci ad inizio della prossima settimana: poche al momento le speranze per oggi, così come era stato inizialmente previsto.

Resta il dolore di tutta Palma Campania, dove continuano a spuntare striscioni per ricordare il campioncino di calcio volato via troppo presto.

striscione costantino