È pace fatta, alla fine, tra Lello Abete e Antonio De Simone. A sancirlo è stato il primo consiglio comunale seguito alle Amministrative di fine maggio. Bisogna andare alla notte di inizio giugno che vide l’attuale primo cittadino trionfare al ballottaggio su De Simone, candidato del centrosinistra, per risalire alle cause del gelo fra i due. Il corteo in onore di Abete fece tappa sotto casa dello stesso De Simone: un chiaro sfottò allo sconfitto, che non la prese bene, rifiutandosi, sia in quel giorno che in seguito, di fare le congratulazioni al sindaco eletto.

Il consiglio comunale  di ieri è stato il momento del chiarimento per i due. De Simone ha iniziato il suo discorso all’assemblea proprio con gli auguri ad Abete e all’intera amministrazione comunale. «Dopo un mese circa – ha esordito – faccio gli auguri al nuovo sindaco». «Prima non è stato possibile, d’altronde vorrei che ci si mettesse nei miei panni per quanto subito la notte immediatamente successiva allo spoglio», ha poi aggiunto. Nel suo discorso, Abete ha raccolto la provocazione dell’avversario, invitando a mettere definitivamente fine alla questione. «Chiedo scusa, come peraltro ho già fatto a mezzo stampa, per le esagerazioni di quella notte», ha detto il sindaco. Poi ha aggiunto, a sua discolpa: «Invito però a riflettere su come si potessero controllare circa 2mila persone scese in strada quella notte, molte delle quali io nemmeno conosco. In ogni caso, – ha concluso – mi assumo la responsabilità, sebbene io c’entri davvero poco con gli episodi cui ci si riferisce».

Il consiglio comunale di Sant’Anastasia tornava a riunirsi dopo sette mesi, ovvero dal dicembre 2013, nel corso del quale ebbe luogo l’arresto per concussione dell’ex sindaco Carmine Esposito, che portò il Comune anastasiano prima al commissariamento e poi alle elezioni anticipate. La seduta di ieri ha visto la convalida di tutti gli eletti, il giuramento del nuovo sindaco dinanzi all’assemblea e l’elezione del presidente dell’assise. L’ha spuntata il consigliere Mario Gifuni, forte di un notevole consenso ottenuto alle ultime Amministrative a sostegno di Abete. Suo vice sarà sempre un esponente di maggioranza, il consigliere Rosaria Fornaro.

consiglio abete