Disposta la riqualificazione della Fonte Salutare, il via libera al provvedimento è arrivato, ieri, con  un’apposita delibera di giunta. Viva soddisfazione tra i componenti dell’esecutivo Uliano, primo  cittadino in testa che afferma: «Il ripristino della dignità della città passa anche attraverso il ripristino della dignità dei luoghi. La fonte salutare dovrebbe essere il nostro biglietto da visita, ma in questi anni è stato tutt’altro, diventando la triste testimonianza di un comune allo sbando».

L’atto d’indirizzo che avvia una piccola rivoluzione è il numero 88. Così come annunciato in campagna elettorale, la Fonte Salutare rientra tra i primi atti della nuova amministrazione. Pompei è luogo d’attrazione non solo per i turisti che ogni giorno visitano gli scavi e il santuario della Vergine, ma anche per i cittadini dei comuni limitrofi. Le condizioni di abbandono in cui versa l’area non sono più tollerabili e mettono a repentaglio l’incolumità dei cittadini, rendendola impraticabile soprattutto agli utenti principali: mamme e bambini. Tante le criticità. Piazza Schettini è caratterizzata da diverse aree destinate a funzioni differenti quali il parcheggio, le attività commerciali e le zone di verde pubblico connesse al parco della Fonte.

Allo stato attuale la piazza si presenta con una pavimentazione in cattivo stato di manutenzione, difficoltà che si acuiscono, in particolare, nel periodo invernale quando le piogge provocano pantani e allagamenti rendendola impraticabile. Scarsa anche la manutenzione delle aree verdi che ne compromette il decoro, per non parlare dei manufatti esistenti, continuo oggetto di atti vandalici. Inoltre, l’impianto di illuminazione e quello di irrigazione risultano inadeguati e scarsamente funzionali. Tutti fattori che impongono un restyling immediato di cui è già stato incaricato l’ufficio Tecnico comunale.

Fonte Salutare